COSA SIGNIFICA SACRIFICARSI?

Tu sai cosa significa davvero SACRIFICARSI?
Forse per una vita hai chiamato sacrificio quello che in realtà era una negazione di te stesso.
Forse per una vita hai pensato che lo spirito di abnegazione, che per te è sinonimo di sacrificio, fosse qualcosa di cui andare fieri.
Non è colpa tua. Per secoli ci hanno insegnato che lo spirito di abnegazione è una nobile qualità. E ci hanno volutamente fatto credere che rinunciare a se stessi sia un valore.
E così ti sei spesso negato la serenità, la pace, un guizzo negli occhi, un talento, un rischio, per rimanere al servizio di chi nemmeno si accorgeva della differenza tra te e un altro, o un’altra.
Forse hai perso cose, persone, occasioni, per riservare tutte le tue energie a legami insani.
Forse la malattia di qualcuno ti ha immobilizzato, trattenuta, ammutolito.
O magari il denaro ha creato un aggancio tra te e altre persone, stringendo sempre più i nodi.
E più gli anni passano, e più i fili si ingarbugliano, più le situazioni si complicano.
Le chiami responsabilità.
Arrivi persino a chiamarlo amore.
Ma c’è un limite. E quel limite è il valore che ha la tua vita.
Se ti lasci trattenere dove non c’è spazio per te, tu stai negando vita ai tuoi giorni, e quello non è spirito di sacrificio.
Quello è rinunciare a se stessi per la convinzione inconscia e profonda di non valere niente e non meritare niente.
Tu dai continuamente tempo ed energie agli altri per non perdere un ruolo.
Chiediti se le persone per le quali “ti sacrifichi”, danno valore alle tue rinunce, o semplicemente hanno bisogno di qualcuno che si carichi dei loro pesi.
Chi ti ama, non ti chiederebbe mai di rinunciare a te.
Chiediti se le persone per le quali “ti sacrifichi”, vogliono davvero il tuo sacrificio.
Non ti dai per amore. Tu dai perché hai bisogno dell’illusione di servire a qualcosa. Perché hai paura del vuoto, della solitudine.
Il vero sacrificio è un dono, e agisce nella gioia, anche quando c’è sofferenza e fatica.
Privandosi, si arricchisce.
Chi si dedica a qualcuno per vero spirito di sacrificio, è grato per l’opportunità di esserci, e non concede più di quello che ha.
Sacrificarsi significa donarsi, celebrando la propria vita.
Ma se neghi te stesso, te stessa, non puoi avere nulla da donare.
Forse è ora di rivedere il tuo sistema di valori.
Forse quella che tu chiami abnegazione, non è un valore, è un bisogno. Il tuo.
Roberta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.